Parent coach

Il parent coach è una professione molto innovativa.

E’ rivolta ai genitori che decidono di affrontare il loro ruolo in maniera più serena, più utile e meno conflittuale.

La famiglia è sempre stato un porto sicuro, ma spesso la realtà esterna provoca frizioni, malumori, che sfociano inevitabilmente in difficoltà e problemi nell’ambito familiare.

Partendo proprio dalla disamina dei problemi nell’ambito familiare, o anche in senso più lato, nella sfera emotiva dei componenti la famiglia, il parent coach cerca di dare delle risposte che possano portare alla risoluzione di questi ultimi.

Il maggior uso di queste figure si fa senz’altro nelle grandi aziende, ma da un po’ di tempo si sta diffondendo la pratica anche a livello privato. Ma che cosa fa il parent coach per giungere ad una soluzione? Facciamo in modo di mettere sul tavolo tutto quello che c’è di buono nelle persone rispetto al loro ruolo di genitori. Spesso abbiamo, all’interno di noi stessi delle risorse emotive, degli strumenti che neppure conosciamo ma che possono aiutarci a risolvere i momenti difficili, specie nell’ambito familiare.

Questo è il ruolo fondamentale di un parent coach: tirare fuori il meglio di noi. Voi direte: perché un genitore dovrebbe rivolgersi ad un parent coach? Perché non può risolvere da solo i propri problemi, da persona adulta e responsabile? Perché non sempre si riesce ad essere lucidi specie rispetto alla sfera emotiva che implica la nostra famiglia. I motivi di nervosismo, di frizione in una famiglia possono essere tanti, a volte anche molto stupidi: il trucco è non farli degenerare in veri e propri problemi.

Muoversi serenamente, nelle maree dei malumori familiari, nei rapporti con i figli è il miglior modo per superare rancori, barriere e problemi. Lo sappiamo tutti: parlare con i propri figli è molto molto difficile; sono due generazioni diverse che si incontrano e si scontrano e le pressioni per il lavoro, per le relazioni esterne certo non favoriscono un buon rapporto. Il poco tempo a disposizione spesso ci porta a rimandare o minimizzare il problema: è uno sbaglio.

Dobbiamo affrontarlo subito ed in modo giusto. I problemi genitoriali vanno dal come fare ad impedire l’uso smodato e sbagliato dei social, ad insegnare l’importanza di alcune attività rispetto ad altre, al sapere chi sono le persone che i nostri figli frequentano. Il parent coach che cosa fa in questi casi? La cosa più importante di tutte: ascolta. Non giudica. Non si atteggia a salvatore della patria. Ascolta.

L’ascolto è fondamentale per poter consentire a chi si rivolge a noi di esternare dubbi, desideri, motivazioni, problemi, incomunicabilità. Da tutto questo può nascere la soluzione al problema. Perché non servirsi di uno psicologo? Perché il ruolo dello psicologo è diverso; perché il parent coach può essere interpellato anche nei ritagli di tempo che ci consente la vita quotidiano frenetica e impegnativa, perché, se le ragioni del conflitto non sono troppo profonde, basterà trovare solo il modo giusto.

Per tutti questi motivi è preferibile, in prima battuta rivolgersi ad un parent coach. Ricordate soprattutto che chi fa il primo passo di interpellare un parent coach, è già sulla buona strada per risolvere un problema: ha preso consapevolezza che il problema esiste ed è pronto ad affrontarlo e risolverlo.

Consulenza specializzata

Vuoi il mio aiuto o posso aiutarti a crescere in qualche aspetto della tua vita? Allora contattami e sarò felice di ascoltarti e capire assieme a te in cosa potrò aiutarti!