Strategia e tattica: differenze e significato per avere successo oggi

  1. Home
  2. Blog
  3. PNL e Coaching
  4. Strategia e tattica: differenze e significato per avere successo oggi
16 Maggio 2019

PNL e Coaching

Strategia e Tattica

Strategia e tattica: quali sono le differenze tra i due termini? Esistono delle reali differenze? Certo che si.

“La strategia dà alla tua mente la possibilità di comprendere un qualunque fatto e comprendere quali potrebbero essere i risultati futuri a seconda delle azioni che vengono compiute.”

“Le tattiche, di contro, sono proprio quelle azioni, che si compiono per raggiungere un determinato risultato.”

Molto frequente è l’errore degli addetti ai lavori di utilizzare tattiche, anche molto valide, ma di dimenticare le strategie.

Sistema che dà senza dubbio risultati immediati, ma probabilmente non duraturi: è fondamentale comprendere il perché quell’azione porta buoni frutti, perché un utente qualunque si è trasformato in un cliente.

Non è il modo giusto di fare business poiché non si è compreso il perchè: perché l’utente si è interessato, perché si è trasformato in cliente, perché ha preferito te piuttosto che un altro.

Tutte queste mancate risposte faranno sì che non si sarà in grado di ripetere azioni giuste e di conseguenza non si riuscirà a mantenere il cliente di oggi anche per il futuro.

La conseguenza più probabile? Che il successo attuale si potrà tramutare in un fallimento futuro, non avendo compreso perché si è avuto successo.

Strategia e Tattica: cosa è più importante?

Con il passare del tempo, lavorando in questo campo è stato subito chiaro che bisognava comprendere cosa fosse propedeutico rispetto al resto, cosa fosse più importante;  la risposta è stata semplice: comprendere i bisogni dei clienti (o di quelli che si spera diventino tali); se si riesce ad entrare nel mondo di chi ti segue, se si riesce a intercettare i veri bisogni, degli utenti allora ci si può anche chiedere: “Che cosa voglio farne di queste informazioni? Che risultati voglio raggiungere attraverso queste informazioni?”

Vale a dire:

  • Come si può trasformare questa conoscenza in business?
  • Quanto si vuole guadagnare?
  • Quale strategia si vuole mettere in atto per la realizzazione del business?
  • Qual è il futuro che si percepisce?

strategia e tattica differenzeLa chiarezza mentale è una necessità. Prima di iniziare una qualunque cosa è necessario comprendere quale deve esse l’evoluzione per raggiungere quello che ci si è prefissati. Ogni piccolo passo è la conseguenza di quello precedente, e se bisogna apportare qualche cambiamento va fatto, senza timori.

  1. Visione: la visione è il quadro nel suo insieme. Dà l’ide generale di ciò che deve essere fatto per sviluppare il bunisess; definisce la tabella di marcia e ogni singolo intervento per interpretare i bisogni dell’utente/cliente.
  2. Strategia :quando gli obiettivi e i bisogni dei clienti sono chiari, definisci una strategia perché possano essere soddisfatti. E’ la mappa che consente di arrivare al risultato finale. Essa è formata da processi ben conosciuti da utilizzare per la realizzazione del progetto.
  3.  Tattica: la tattica è tutto ciò che bisogna fare perché la strategia venga utilizzata nel miglior modo possibile.. Sono le azioni, quelle che vengono prodotte giorno per giorno, seguendo la mappa che porterà alla buona conclusione del progetto

Cosa significa nella pratica?

Ma come raggiungere tutto questo nella pratica?

strategia e tattica significatoSe, ad esempio, si ha come obiettivo il cliente che vuole rimettersi in forma, perché i troppi chili sono un pericolo per la salute, perché vuole essere esteticamente più piacevole, etc., e si ha, contestualmente un programma di allenamento completato da prodotti naturali che possano dare una mano nel dimagrimento, quello che bisogna fare è come connettere il bisogno del cliente con quello che si ha da offrire.

Cosa bisogna fare?<