STRATEGIA E TATTICA: ECCO QUELLO CHE NON VI SPIEGANO

Strategia e tattica: ecco quello che non vi spiegano

Strategia e tattica: quali sono le differenze tra i due termini? Esistono delle reali differenze? Certo che si.

strategia e tatticaLa strategia dà alla tua mente la possibilità di comprendere un qualunque fatto e comprendere quali potrebbero essere i risultati futuri a seconda delle azioni che vengono compiute.

strategia e tatticaLe tattiche, di contro, sono proprio quelle azioni, che si compiono per raggiungere un determinato risultato.

Molto frequente è l’errore degli addetti ai lavori di utilizzare tattiche, anche molto valide, ma di dimenticare le strategie. Sistema che dà senza dubbio risultati immediati, ma probabilmente non duraturi: è fondamentale comprendere il perché quell’azione porta buoni frutti, perché un utente qualunque si è trasformato in un cliente. Non è il modo giusto di fare business poiché non si è compreso il perchè: perché l’utente si è interessato, perché si è trasformato in cliente, perché ha preferito te piuttosto che un altro. Tutte queste mancate risposte faranno sì che non si sarà in grado di ripetere azioni giuste e di conseguenza non si riuscirà a mantenere il cliente di oggi anche per il futuro. La conseguenza più probabile? Che il successo attuale si potrà tramutare in un fallimento futuro, non avendo compreso perché si è avuto successo.

Cosa è più importante?

Con il passare del tempo, lavorando in questo campo è stato subito chiaro che bisognava comprendere cosa fosse propedeutico rispetto al resto, cosa fosse più importante;  la risposta è stata semplice: comprendere i bisogni dei clienti (o di quelli che si spera diventino tali); se si riesce ad entrare nel mondo di chi ti segue, se si riesce a intercettare i veri bisogni, degli utenti allora ci si può anche chiedere: “Che cosa voglio farne di queste informazioni? Che risultati voglio raggiungere attraverso queste informazioni?”

Vale a dire:

  • Come si può trasformare questa conoscenza in business?
  • Quanto si vuole guadagnare?
  • Quale strategia si vuole mettere in atto per la realizzazione del business?
  • Qual è il futuro che si percepisce?

strategia e tatticaLa chiarezza mentale è una necessità. Prima di iniziare una qualunque cosa è necessario comprendere quale deve esse l’evoluzione per raggiungere quello che ci si è prefissati. Ogni piccolo passo è la conseguenza di quello precedente, e se bisogna apportare qualche cambiamento va fatto, senza timori.

  1. Visione: la visione è il quadro nel suo insieme. Dà l’ide generale di ciò che deve essere fatto per sviluppare il bunisess; definisce la tabella di marcia e ogni singolo intervento per interpretare i bisogni dell’utente/cliente.
  2. Strategia :quando gli obiettivi e i bisogni dei clienti sono chiari, definisci una strategia perché possano essere soddisfatti. E’ la mappa che consente di arrivare al risultato finale. Essa è formata da processi ben conosciuti da utilizzare per la realizzazione del progetto.
  3.  Tattica: la tattica è tutto ciò che bisogna fare perché la strategia venga utilizzata nel miglior modo possibile.. Sono le azioni, quelle che vengono prodotte giorno per giorno, seguendo la mappa che porterà alla buona conclusione del progetto

Cosa significa nella pratica?

Ma come raggiungere tutto questo nella pratica?

strategia e tatticaSe, ad esempio, si ha come obiettivo il cliente che vuole rimettersi in forma, perché i troppi chili sono un pericolo per la salute, perché vuole essere esteticamente più piacevole, etc., e si ha, contestualmente un programma di allenamento completato da prodotti naturali che possano dare una mano nel dimagrimento, quello che bisogna fare è come connettere il bisogno del cliente con quello che si ha da offrire.

Cosa bisogna fare?

  1. capire come vendere a questa tipologia di clienti.

Dobbiamo sapere che linguaggio usare, che offerta può far gola, dove  in questo momento i potenziali clienti trovano notizie su ciò che cercano.

  1. Quale strategia studiare per vendere il prodotto.

Si vuole utilizzare un blog e una mailing list per raggiungere questa nicchia di clientela; prima, però di fare ciò bisogna ben conoscere il funzionamento di questi strumenti. Se non si fa questo la strategia avrà il 90% di possibilità di fallire. Come arriva il traffico sul blog? Come comporre una mailing list? Quali sono le mail da inviare? Cosa devono contenere per poter implementare le vendite? Le informazioni si trovano in questo blog, ma si può anche imparare da autodidatti, attraverso i propri errori.

  1. Quali sono le tattiche giuste per sviluppare la strategia

Quando si è ben compreso come funziona il blog e la mailing list, bisogna passare all’azione, ciè compiere tutti quei passi che abbiamo teorizzato.

.strategia e tattica

  1. Acquistare un dominio
  2. Acquistare un hosting
  3. Impostare la piattaforma del blog (WordPress è ottima)
  4. Acquistare un servizio di risposta automatica per le email
  5. Impostare la mailing list e crea il modulo sul blog per raccogliere gli iscritti
  6. Ideare le email da inviare e comincia a formarne il
  7. Scrivere e pubblicare i posti sul blog
  8. Inizia a provare tecniche di marketing (rispondi ai forum e pubblica i post di contenuto per attirare le persone sul tuo blog, etc.)

strategia e tatticaSenza idee chiare non vi sarà business

Se non si conosce appieno la motivazione del cliente, quella motivazione che lo ha portato a ricercare talune informazioni, non si ha nessuna speranza di avere successo. La domanda principale, l’unica da porsi è “Perché”. Senza una risposta a questa domanda la strategia, la tattica, la tecnica di marketing saranno inutili, non funzioneranno. Per cui è giusto affermare che la chiarezza delle idee sulle reali motivazioni dei clienti è parte fondamentale della riuscita del business. Viceversa, sarebbe come fare qualcosa e non sapere perché la si sta facendo; allora non si saprà neppure come fare il passo successivo, o come adattarsi alle esigenze dell’interlocutore: un fallimento su tutta la linea. Non c’è azione senza conoscenza: molti rinunciano ancor prima di cominciare proprio perché questa conoscenza non l’hanno e hanno fatto un percorso sbagliato, hanno pensato di agire senza conoscere veramente il proprio cliente.

La domanda è: perché?

Imparare con l’esperienza è forse più semplice, ma è altrettanto fruttuoso?

strategia e tatticaChiunque può imparare ad usare tutte le caratteristiche di una piattaforma come worpress, o imparare ad utilizzare una piattaforma per le mailing list, ma basterà? No, non basterà. Andare a casaccio, fare delle azioni, senza sapere perché lo si sta facendo non serve. Saper usare gli strumenti non basta, serve sapere quali e come usarli, e soprattutto perché è importante un link piuttosto che un’immagine. Se il blog ha molte visite e non si comprende il perché, non si riuscirà a tenere quel traffico. Perché i navigatori della rete si sono soffermati proprio lì? Che tipologia di utenti sono? Perché hanno quell’interesse? Perché, perché, perché: è la domanda ricorrente a cui bisogna rispondere se si vuole avere successo.

 

Related posts

Give a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SCOPRI COME RIUSCIRE A GUADAGNARE
500 € AL GIORNO LAVORANDO DA CASA 

Copie Limitate!
Scarica subito la tua GRATIS!
Scopri tutto quello di cui hai bisogno per capire come funziona l'Affiliate Marketing e riuscire a fare soldi lavorando da casa!
SCARICA SUBITO GRATIS
ODIO lo SPAM e non ti invierò mai comunicazione che non desideri!
close-link
Scarica il mio eBook GRATIS!
Scopri come diventare il Prossimo Blogger a Guadagnare Cifre da 150.000 € l'anno!
SCARICA GRATIS
close-image